Oggi mi sento un po’ vegano, cioè non proprio…

Mai avrei pensato di dover essere io a spezzare una lancia in favore dei vegani, io che più volte ho contestato scelte alimentari così drastiche e l’ho fatto senza mezzi termini.

Oggi peró mi sento un po’ vegano anche io, cioè… non proprio. Succede che a Firenze un bambino venga ricoverato in pericolo di vita per malnutrizione (probabilmente) causata dai genitori vegani. Apriti cielo, nelle bacheche di ciascuno, sino a ieri colorate d’arcobaleno, oggi tutti a schierarsi contro il mondo vegano.

Abbandoniamo per un attimo il significato medico di malnutrizione e fermiamoci al suo significato letterale, possiamo ritenere malnutrizione ogni forma di nutrizione sbagliata, malevola appunto, cattiva al punto da portare a conseguenze estreme e anche alla morte. Proseguiamo dando per scontato che la colpa di quanto accaduto al povero bambino sia esclusivamente della dieta vegana, e chiediamoci peró quanti sono i bambini che rischiano di morire per questa alimentazione e quanti quelli che rischiano di ammalarsi e morire perchè sovralimentati, o perchè i genitori usano il cibo come “premio” (se fai il bravo ti compro le patatine fritte), o per la pigrizia di non voler preparare qualcosa di genuino, o ancora perchè utilizzano il cibo come strumento per far stare buoni i più piccoli, lasciati a ingozzarsi davanti alla tv (non si sa mai che i danni del cibo spazzatura non bastino, aggiungiamo un po’ di sana sedentarietà) mentre mamma o papà si acculturano su FaceBook o prendono una laurea alla YouTube University.

Ora… Se quella vegana è una malnutrizione (sempre in senso lessicale e non medico) quest’altra forma di alimentazione cos’è? Come la definiamo l’alimentazione a base di happy meal e coca cola?

Ma come?! Penserà qualcuno di quelli che hanno la pazienza di leggere tutto quello che scrivo… Sino a ieri hai sostenuto che mangiare da McDonald’s fosse meglio che andare in pizzeria, hai scritto che la coca cola non fa male come dicono su facebook e ora invece affermi che si tratta di malnutrizione?!

Sbagliato! Io non ho mai detto che bere coca cola o mangiare da McDonald’s fosse salubre e raccomandabile, questo è quello che in modo superficiale ha voluto capire qualcuno con un mix di leggerezza e approssimazione. E su questo voglio soffermarmi.

Al di la di quello che le frange più fondamentaliste sostengono, l’alimentazione vegana è tutto tranne che “naturale” e funzionale per l’uomo, nè rappresenta la strada per mettersi al sicuro da ogni possibile patologia (per chi vuole farmi il pippone con The China study prima suggerisco un salto a questo link). Ció premesso, nulla vieta di iniziare a seguirla, ma non con la leggerezza e superficialità che potete dedicare a ciò che scrivo io, ma affidandovi ai consigli di un nutrizionista, tanto più se si tratta di avvicinare i bambini a simili regimi alimentari.

Quindi no, mi spiace, la causa di quanto successo a Firenze non è di due genitori vegani, ma di due genitori ingenui e superficiali, anzi diciamo stupidi dato che non amo edulcorare le cose. Come tanti altri avranno raccolto informazioni e linee da seguire quì e là su qualche sito, convinti che fosse sufficiente a saperne tanto (e forse di più) rispetto al pediatra o un nutrizionista.

Un po’ come coloro che fanno le crociate contro i vaccini perchè su facebook hanno letto che provocano l’autismo, ignari e ignoranti del fatto che possono permettersi di non vaccinare i figli non grazie alla loro libera scelta, ma grazie all’immunità di gregge garantita dagli altri genitori. Ma naturalmente loro ignorano cosa sia realmente l’autismo e altrettanto cos’è l’immunità di gregge, si affidano alle semplificazioni estreme perchè semplificare le cose dà sicurezza e fa sentire subito tutti esperti, ma questo è un altro discorso e non voglio divagare.

Non è essere vegani a creare un danno: le semplificazioni e la presunzione di conoscenza uccidono più di qualunque regime alimentare.

alimentazione alimenti allenamento BCAA bodybuilding bruciagrassi bufale caffeina caffè calcio cancro carboidrati cardiofitness carnitina coronavirus cut definizione muscolare dieta dieta alkalina dimagrire distrofia muscolare doping età evolutiva fenomeni del fitness halloween integratori kettlebell miele motivazione ortoressia paleodieta paleofitness pedagogia ph proteine prova costume rimini wellness running scienze motorie sistema immunitario sovrappeso tapis roulant torsioni con bastone veg vegano

Post Correlati

Ancora nessun commento, fai sentire la tua voce!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *